Il nostro nome custodisce, intimamente, l’eco di suggestioni leggendarie medievali.

Il Graal, nel momento immediatamente antecedente all’incontro con la mano umana, era coppa, concavità capace di regalare ad ogni esistenza significato e riposo. Ci piace pensare di poter offrire ai nostri ospiti una ricetta di nutrimento, trasformazione e rigenerazione, anche grazie all’impiego di fascinazioni visive e sonore.

Facciamo dell’arte il nostro cibo e del cibo un’arte.

Dare alimento, è questo l’imperativo che ci muove, nel fine dining e-in senso lato- nella costruzione della nostra offerta, fra tavola e tavolozza, enogastronomia e cultura.

 

Nella convinzione che la forza precognitiva e irradiante dell’arte faccia degli artisti gli attori privilegiati del cambiamento sociale, Il Calice d’oro vuole restituire loro parola e spazio, per riappropriarci tutti insieme della dimensione irrinunciabile della progettualità esistenziale.

 

In quest’ottica offriamo uno spazio espositivo polifunzionale e modulabile, adatto ad accogliere installazioni temporanee e permanenti, anche site specific, mostre d’arte e performance di vario genere.

 

Non solo valorizzazione del wine & food, come strumento di crescita culturale e promozione del territorio: l’offerta gastronomica si affianca, spesso contaminandosi, alle più disparate declinazioni dell’arte, inscritte nella magia ineguagliabile della Gallura.


Dalla musica alla letteratura, passando per il design, la fotografia, la scultura e le arti multimediali, Il Calice d’oro è la location ideale per vernissage, showcase, reading e simposi culturali.

IL NOSTRO INTRATTENIMENTO

Appuntamento fisso, nei mesi di luglio e agosto, è quello con la voce “insolita e straordinaria” (così la definì Lucio Dalla) della cantautrice milanese Patrizia Cirulli.

 

La vocalità profonda e irradiante di Cirulli, che per charme timbrico e carisma interpretativo è considerata dagli addetti ai lavori una delle artiste più raffinate della scena musicale nostrana, vi accompagnerà, a cena, in un viaggio dalle atmosfere jazzy tra classici e nuovi classici della musica italiana ed internazionale.